Sport e arte urbana per donare spazi alla comunità materana

Pubblicato in data: 09.06.2020


L’Istituto Comprensivo “G. Pascoli” di Matera, l’Olimpia Basket Matera e la Uisp Basilicata hanno avviato da qualche giorno il progetto di riqualificazione del campetto annesso al plesso scolastico di via Parini a Matera, con l’obiettivo di restituire alla città uno spazio da anni abbandonato, accessibile agli alunni e all’intera comunità.

Si tratta di un bell’esempio di partenariato con scopi sociali, completamente autofinanziato dai tre soggetti coinvolti: la Pascoli ha sostenuto i costi di recinzione e canestri, l’Olimpia si è occupata dei lavori di preparazione e adeguamento del campetto, oltreché di messa in sicurezza degli accessi e la UISP ha coordinato l’intervento di arte urbana, che tre giovani artisti materani, Marica Montemurro, Gianni Papapietro e Luca Bia, eseguiranno direttamente sulla pavimentazione del campo di gioco, elaborando proposte di alunne e alunni dell’istituto.

L’intervento si pone in continuità con le azioni che la Uisp Basilicata, con il progetto “Open Playful Space”, co-prodotto con Fondazione Matera – Basilicata 2019, ha già posto in essere durante il 2019, nell’ambito del programma di Matera Capitale Europea della Cultura; la riqualificazione di altri luoghi della città per rendere visibile ciò che, negli anni, era diventato invisibile, sollecitando la partecipazione dei cittadini nella cura e gestione condivisa dei beni comuni attraverso i linguaggi universali del gioco, dello sport e delle arti di strada.

Potrebbe interessarti
Verri vuole tenere viva la Cava del Sole

Paolo Verri vuole fare della "Cava del sole" di Matera uno spazio dove sperimentare nuove regole e un nuovo modo,causa epidemia di Coronavirus, per le manifestazioni all'aperto e altre attività.

Leggi tutto

Un’opera lirica racconta Matera

Il confronto fra due generazioni, un processo creativo e collettivo, una nuova idea di opera lirica: questi i tre assi portanti su cui si basa Silent City.

Leggi tutto