Alcuni dei racconti che ci avete inviato

Ti ho incontrata una mattina in un giorno ventoso

Eolo gridava forte attraverso le tue tante bocche cavate nella pietra dura, scalfite dal passaggio di tempi lontani, dallo scalpitio di muli ostinati e stanchi di servire uomini dai volti arcaici...


Autore: Amalia Allegretti

CONTINUA LA LETTURA

A Matera non c'ero mai stata

A Matera non c'ero mai stata. Era segnata nella mia wishlist dei luoghi da vistare, da un po' di tempo. Ed ecco che arriva il momento giusto.


Autore: Maddalena Santostefano

CONTINUA LA LETTURA

Il matrimonio di Matera

L'occasione era il matrimonio di alcuni amici che, pur essendo entrambi calabresi, avevano deciso di sposarsi lì, rendendo l'evento una due giorni di relax, passeggiate tra i Sassi...


Autore: Letizia Buonfiglio

CONTINUA LA LETTURA

Da sempre Matera

Frequento Matera da sempre. L'ho vista sola e fredda d'inverno e rovente e affollata d'estate. Ci vado 4/5 volte all'anno o più. Ci vado perché sento una appartenenza...


Autore: Sergio De Luca Rizzuti

CONTINUA LA LETTURA

Che stupore Matera

Io a Matera ci sono arrivata di sera. È stato Google Maps a stabilire che la città dovessi raggiungerla attraversando l'aperta campagna e le strade strette e desolate.


Autore: Piera Palermo

CONTINUA LA LETTURA

Capitale di poesia

Ho visitato Matera 6/7 volte negli ultimi 2 anni, per vari motivi, di lavoro, di famiglia, di svago. Ne ho sempre ricevuto un'impressione molto positiva...


Autore: Ernesto Orrico

CONTINUA LA LETTURA

Il suono di Matera

Il suono di Matera. Un suono silenzioso. Un suono così silenzioso che, paradossalmente, appare tribale. Sì, tribale. Tribale fatto di tradizioni che vengono da lontano.


Autore: Fabio Alissi

CONTINUA LA LETTURA

La Matera a quattro zampe di Django

“Sveglia! Sveglia!” Cosa l’hai preso a fare un B&B con giardino per me se resti a stiracchiarti nel letto col sole alto? “Dai!” Ho le mie esigenze, io. Bravo. Metti un giubbotto su quelle occhiaie e portami fuori.


Autore: Django

CONTINUA LA LETTURA

Matera

Quando i miei occhi furono catturati dalla tua spaventosa, poderosa possanza, da quella mostruosa mostranza di gigantesca fortezza sassosa. Terrore puro, sublime roccaforte sperduta nei millenni...


Autore: Fernando Sparnacci

CONTINUA LA LETTURA


Al termine del progetto tutti i racconti pervenuti saranno pubblicati come da regolamento.