Il mondo a Matera


Mi sono affacciato dal centro di Matera e ho visto il mondo. Sì il mondo. Avvicinarsi alla balaustra che c’è nel centro cittadino e osservare il Parco della Murgia materana ti mette in pace. Anche un po’ di vertigini se sei un fifone come ma, a onor del vero, bisogna dire che ti passa presto. Appena sono arrivato a Matera con la mia fidanzata, ci siamo abbracciati davanti a questo panorama. Avevamo ancora le valigie in mano ma siamo rimasti rapiti da questo spettacolo. Mi sono fatto forza e, vincendo la paura del vuoto, ho guardato in basso, su sua indicazione, per vedere gli splendidi sentieri. Arrivati in camera, un altro spettacolo. Le camere incastonate nei sassi sono qualcosa che toglie il fiato. E che educazione i titolari del b&b. La mia esperienza a Matera è fatta di visite e tanto cammino. Ma tanto cammino. Arrivare dal centro storico al Parco dei sassi non è semplice. Ma devo dire che ne è valsa la pena. Ci siamo ritrovati lì in tarda mattinata. Abbiamo deciso di proseguire questo percorso senza una guida e ci siamo divertiti molto a scendere fin dove me la sentivo. La mia fidanzata no, lei è decisamente più coraggiosa di me nell’arrampicarsi e nel scendere verso i dirupi. Alla fine, risaliti, ho guardato Matera dal mio punto d’osservazione e mi sono sentito il re del mondo!

Autore: Francesco Labila