Categories:

Diario di un viaggiatore narrante, Cammino di Santiago, anno astrale 2019, 28 maggio

Diario di un viaggiatore narrante, Cammino di Santiago, anno astrale 2019, 28 maggio

Oggi paesaggio invisibile.
La pioggia e la nebbia mi hanno accompagnato per tutto il tragitto. Alle 11.30 circa sono passato davanti ad un rifugio abbandonato, visto che la porta era socchiusa ho aperto e sono entrato in modo da poter mangiare qualcosa in un luogo riparato, mezza baguette al riparo da pioggia e vento. In pochi di minuti il “rifugio” si è riempito di pellegrini… 2 polacchi, 2 brasiliani, una bellissima signorina orientale, e tanti altri ancora… finito il panino sono uscito per riprendere il cammino… fuori c’era una fila lunghissima di gente che aspettava di entrare per mangiare all’asciutto. 

Ieri a St Jean Pied de Port ho alloggiato da Patrizia, un’italiana trasferitasi un anno fa dopo aver fatto il cammino. Accoglienza e cena ottima.
Oggi ad Espinal ho trovato alloggio da due ragazzi siciliani che dopo aver fatto il cammino si sono fermati qui ed hanno aperto questa attività. Cena buonissima.

  • Written by Redazione