Artigianato

San Giovanni in Fiore: Scuola Tappeti Caruso

Nel cuore della Sila, nei luoghi natii di Gioacchino da Fiore prendono forma, frutto di tradizioni antiche, opere d’arte uniche e magistrali. Ci troviamo nel fantastico mondo della Scuola Tappeti Caruso, entrati nel laboratorio si rimane inebriati dai colori degli arazzi e dei tappeti che raccontano la storia di una comunità divenuta, sin dal lontano 1600, il più importante centro silano della tessitura, fondendo nella sua arte le diverse influenze etniche che nei secoli si sono avvicendate sul territorio, fino ad arrivare agli anni ’50 quando alcuni maestri armeni insegnarono nuove tecniche così che le tessitrici divennero anche annodatrici.
Negli ambienti della scuola Tappeti Caruso l’aria è intrisa di colori, mani sapienti sembrano quasi arpeggiare mentre annodano fili di lana, seta, lino e cotone. Nelle realizzazioni di questa Scuola è possibile ritrovare tutta la storia e la tradizione tessile di San Giovanni in Fiore, tradizione resa ancora più preziosa dalla maestria professionale di Domenico Caruso che dal 1985 ne è il direttore artistico.
Qui si realizzano pregiati prodotti di artigianato locale come gli ozaturi a pizzulune copriletti con disegni d’ispirazione magnogreca, le trappigne tipiche coperte dalle tonalità calde, la n’cullerata lo sfilato tipico impreziosito dai ricami che ornava il costume delle donne sangiovannesi. A questa produzione tradizionale si affiancano preziosi tappeti dal gusto classico o moderno, tessuti di arredamento, stuoie e tende dai colori e dai disegni geometrici veramente particolari ispirati senz’altro dalla bellezza dei paesaggi silani.
Opere della Scuola Tappeti Caruso, dedicate a Gioacchino da Fiore, si possono ammirare nella sala di rappresentanza della Provincia di Cosenza, nei Musei Vaticani, nell’Abbazia Florense e nel Duomo di Cosenza.

Antonio Blandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *